alfa-romeo-1750-gt-veloce

Alfa Romeo Giulia GT, tutti i modelli

L’anno in corso ha confermato che l’Alfa Romeo Giulia GT è tra i modelli più richiesti dagli appassionati di auto d’epoca. La coupé firmata Bertone è uno dei modelli più in voga del momento e anche le sue valutazioni sembrano riflettere il grande apprezzamento riscosso da questa splendida Alfa Romeo.

Iniziamo col dire che la Giulia GT è un modello particolarmente longevo. Attraverso le sue numerose varianti è stata in listino dal 1963 al 1976, totalizzando oltre 200.000 unità prodotte. Non stiamo quindi parlando di un’auto rara in senso stretto, ma la reperibilità può variare considerevolmente a seconda del modello.
La capostipite è la Giulia Sprint GT del 1963, creata come erede della apprezzatissima Giulietta Sprint e mossa dal bialbero da 1.6 litri (106 cv). Esiste anche una rara versione Lusso dotata di interni in pelle: se ne trovate una è da non perdere!
La Giulia Sprint GT Veloce del 1965 introduce un motore di pari cilindrata ma più potente (109 cv) e un allestimento che comprende sedili sportivi, calandra a tre listelli cromati e i tipici quadrifogli sui montanti posteriori. A nostro avviso queste sono le due le Alfa Romeo Giulia GT più significative dal punto di vista storico e collezionistico, ma ormai sono merce rara (e cara, specialmente la Veloce).

alfa-romeo-giulia-gt-junior-1300-scalino

Alfa Romeo Giulia GT Junior 1300 “Scalino”

La Giulia GT Junior 1300 nasce nel 1966 come modello d’ingresso ed è la più diffusa in assoluto con circa 90.000 esemplari costruiti. Rappresenta anche quella più facilmente reperibile sul mercato italiano, a quei tempi poco incline ad acquistare le cilindrate medio-alte. Il suo motore da 1.3 litri (90 cv) ha carattere e conferisce alla GT Junior un comportamento da vera Alfa Romeo. La prima serie, definita “Scalino”, mantiene quasi inalterata la linea della Giulia Sprint GT ma presenta finiture semplificate per contenere il prezzo di vendita. Attorno al 1970 viene dotata di un cruscotto a due orologi molto simile a quello della sorella maggiore 1750 GT Veloce. Il modello del 1971 si chiama semplicemente GT Junior 1300 e perde il caratteristico “scalino” in favore del cofano piatto, oltre ad introdurre alcune migliorie tecniche come il circuito frenante sdoppiato con servofreno di serie. A partire dal 1972 è possibile richiedere il motore da 1.6 litri, offerto alla stregua di un qualsiasi optional. Nel 1974 arriva la GT Junior “Unificata”: esteriormente è quasi identica alla 2000 GT Veloce e rimane in listino fino ai primi mesi del 1976.

alfa-romeo-2000-gtv

Alfa Romeo 2000 GT Veloce

La 1750 GT Veloce, prodotta dal 1968 al 1971 in due serie differenti, è considerata una delle versioni più riuscite dell’Alfa Romeo Giulia GT. Potente (114 cv) e ben rifinita, è dotata di alcuni dettagli stilistici che la rendono inconfondibile come il frontale a 4 fari. La prima serie ha sedili sportivi ispirati alla GTA e pedaliera infulcrata al pavimento, mentre la seconda serie offre sedili più convenzionali e la pedaliera sospesa.
Nel 1971 viene presentata la 2000 GT Veloce, massima espressione della serie grazie al suo motore 2 litri da 130 cv. La nuova calandra con lo scudetto stilizzato dà un aspetto più elegante al frontale, mentre i gruppi ottici posteriori sono maggiorati e includono le luci di retromarcia. Gli interni sono particolarmente curati sotto il profilo ergonomico e viene introdotto un nuovo cruscotto, dal design moderno ma forse meno accattivante di quello della 1750 GT Veloce.

alfa-romeo-junior-zagato

Alfa Romeo Junior Zagato

Discorso a parte per la Giulia Sprint GTC, cabriolet 2+2 prodotta dalla Carrozzeria Touring. E’ una delle varianti più rare in assoluto ed è molto ambita dai collezionisti del marchio Alfa Romeo. Ai tempi ne sono state prodotte un migliaio e ai giorni nostri ne sopravvivono decisamente meno.
Per chi cerca qualcosa di particolare ci sono le Junior Zagato, che uniscono la validissima meccanica dell’Alfa Romeo Giulia GT 1.3/1.6 a una carrozzeria dal marcato profilo cuneiforme che sembra anticipare la linea della successiva Alfetta GT. Pur preferendo lo stile originale della GT di Bertone crediamo siano vetture molto interessanti, come buona parte di quelle uscite dal prestigioso atelier di Zagato.
Tralasciamo volutamente le GTA 1600 e GTA Junior 1300: sono auto talmente particolari che riteniamo più opportuno lasciarle descrivere agli specialisti del modello.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui social!
Facebooktwitterlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *