Scuderia del Portello: le premiazioni 2016

La scorsa settimana ho ricevuto un invito molto speciale da parte della Scuderia del Portello: la possibilità di partecipare alle premiazioni dei soci che si sono maggiormente distinti nella passata stagione sportiva. Contestualmente l’evento prevedeva anche la presentazione dei programmi agonistici per la stagione 2016, tra i quali spicca l’impegnativo raid Pechino-Parigi a bordo di due Alfa Romeo Giulia.

L’appuntamento è per la mattina di sabato 6 febbraio al Museo Storico Alfa Romeo, luogo simbolo per ogni alfista. Arrivato ad Arese ritiro l’accredito e mi viene consegnata una cartella stampa -rossa ovviamente- con tutto il materiale informativo e persino un CD con la foto gallery dell’ultima stagione di corse. Che dire, ottima accoglienza e passione in ogni dettaglio!
Nella sala conferenze del Museo siamo in tanti, a conferma del grande entusiasmo che il marchio Alfa Romeo riesce sempre a suscitare. E’ il presidente Marco Cajani insieme all’On. Roberto Maroni ad occuparsi delle premiazioni, chiamando di volta in volta chi -per meriti sportivi o per avere contribuito all’attività della Scuderia- si è distinto durante lo scorso anno. Tra le figure più in vista impossibile tralasciare l’inossidabile Arturio Merzario, ad oggi il socio della Scuderia con il curriculum più prestigioso. Oltre al comasco c’è anche Gianluigi Picchi: romano classe 1946, è stato Campione Europeo Turismo (1a divisione) con l’Alfa Romeo GTA Junior 1300 e ha dato un importante contribuito alla conquista del titolo continentale 1971 da parte della casa milanese. Tra i nomi storici anche Samuele Baggioli, rinomato preparatore attivo nel settore fin dagli anni ’60.

gli equipaggi scuderia del portello alla Pechino Parigi presentati da Roberto Maroni

Con l’occasione il sodalizio ha annunciato anche i propri piani per la stagione sportiva 2016. Come d’abitudine la Scuderia del Portello sarà impegnata su più fronti e presenzierà ai più importanti eventi internazionali tenendo alta la bandiera del Biscione. Gli appuntamenti includono la Mille Miglia, il Grand Prix de Monaco Historique (che verrà disputato con una De Tomaso-Alfa Romeo di Formula 1), il Goodwood Revival Meeting e alcune delle più importanti gare di regolarità italiane. La Pechino-Parigi merita invece un discorso a sé. Rievocazione della storica edizione datata 1907, è un massacrante raid che si snoda per migliaia di chilometri attraversando due continenti. La Scuderia parteciperà con due Alfa Romeo Giulia berlina appositamente allestite (equipaggi Cajani-Morteo e Chiodi-Degli Esposti), senza tralasciare una importante finalità benefica. La gara infatti sarà anche un’occasione per raccogliere fondi a favore di una associazione per la lotta alla poliomielite.

La Giulia della Pechino Parigi 2016

Al termine dell’evento c’è stata una gradita sorpresa: la Scuderia del Portello ha offerto a tutti i presenti l’ingresso gratuito al Museo Storico Alfa Romeo, recentemente rinnovato. Per un appassionato del marchio non credo ci sarebbe potuto essere modo migliore per proseguire la giornata.
Da ultimo vorrei menzionare Andrea e Mario Cajani, gentilissimi e sempre disponibili: grazie e alla prossima!

Immagini: Scuderia del Portello

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui social!
Facebooktwitterlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *