Archivi tag: Ferrari

ferrari-250-gt-cabriolet-pininfarina

Asta 70 anni Ferrari: un grande successo

Il weekend appena trascorso ha visto svolgersi le celebrazioni per i 70 anni Ferrari, un evento attesissimo che ha portato a Maranello molti appassionati del marchio desiderosi di partecipare ai festeggiamenti. Ma nei pressi della cittadina emiliana -precisamente sul circuito di Fiorano- si è svolta anche un’importante asta monotematica organizzata da RM Sotheby’s, denominata Leggenda e Passione e caratterizzata dalla finalità benefica. Molte le vetture di grande pregio messe all’incanto, quasi tutte vendute con ottimi risultati. Il catalogo includeva 42 automobili Ferrari di varie epoche, partendo dai primordi dell’azienda fino alla produzione più recente. Come ho precisato tante volte, di solito preferisco scrivere di auto più comuni ma in questo caso è doveroso fare un’eccezione anche in virtù dell’importanza storica del 70° anniversario della Casa del Cavallino Rampante. Ampiamente pubblicizzata, Leggenda e Passione si è rivelata all’altezza delle aspettative con oltre il 95% dei lotti venduti (mi riferisco alle sole automobili, non contando i lotti di merchandising e memorabilia) e svariate vetture che hanno spuntato aggiudicazioni milionarie. Continua a leggere

Lamborghini, Ferrari e Iso in “Sissignore” (1968)

 

Il grande Ugo Tognazzi è un’icona del cinema italiano. Se in diverse pellicole ha vestito i panni del ricco borghese lombardo (Il magnifico cornuto, Il fischio al naso…), in questa interpreta un ruolo decisamente diverso. Sissignore -film del 1968 in cui l’attore cremonese è sia regista che protagonista- narra le vicende di Oscar Scarpetti, un servile autista che fa da “testa di legno” per uno spregiudicato industriale milanese (Gastone Moschin).
Le riprese vedono la presenza di alcune auto di prestigio, diventate ai giorni nostri pregiati pezzi da collezione. Nella sequenza iniziale possiamo ammirare una sfida ad alta velocità tra la Lamborghini Miura SV400 guidata da Moschin e una Ferrari 250 GT California Spyder SWB con una misteriosa donna al volante. Il pericoloso inseguimento sulla litoranea si conclude in tragedia, dando vita a un grottesco scambio di persona che sarà l’asse portante di tutto il film.

iso-rivolta-grifo-sissignore-1968

Iso Rivolta Grifo GL 300 – “Sissignore” (1968)

Nel corso della pellicola appare anche una Rolls-Royce Phantom V con tanto di chauffeur (Franco Fabrizi, il Fausto de I Vitelloni) che scarrozza la coppia Tognazzi-Moschin per le vie milanesi, ma è nella seconda metà del film che compare l’altra automobile che riteniamo imperdibile. La bella Maria -moglie di Scarpetti/Tognazzi- arriva ai Giardini della Villa Reale di Milano guidando una Iso Rivolta Grifo GL 300 in una magnifica tinta metallizzata Oro Longchamp. La granturismo di Bresso sembra quasi scelta appositamente, assurgendo a simbolo della Milano benestante di fine Sessanta.

Immagini: IMCDb.com

giancarlo-baghetti-1

Giancarlo Baghetti: primo al debutto

La sua vittoria all’esordio è un record imbattuto

La vittoria in Formula 1 è un privilegio per pochi, spesso conseguita dopo anni di gavetta nelle squadre di secondo piano. Giancarlo Baghetti rappresenta l’eccezione che conferma la regola, il debuttante che esordisce nientemeno che con una Ferrari. Di famiglia benestante, Baghetti nasce a Milano nel 1934 e inizia a correre con l’Alfa Romeo 1900 del padre. Dopo avere corso per Abarth debutta in Formula Junior nel 1960 con una Dagrada-Lancia. Ottiene alcune vittorie e viene notato dalla FISA, un’associazione di scuderie automobilistiche che si prefigge di aiutare i talenti emergenti del panorama italiano. Grazie ad essa partecipa ad alcune gare con le sport Ferrari, arrivando secondo a Sebring e quinto al Nurburgring. Nello stesso anno gli viene affidata una Ferrari F1 gestita dalla Scuderia Sant’Ambroeus, con la quale disputa i GP non titolati di Siracusa e Napoli. Li vince entrambi, mettendosi dietro gente come Jack Brabham, Jim Clark, Graham Hill e Lorenzo Bandini. Continua a leggere